Dall’Assessore all’Ambiente : “Pinerolo Più Pulita”, Informazioni sull’abbandono rifiuti e decoro della Città

8 dicembre 2017

Cari concittadini,

dire che Pinerolo sia una città sporca, non corrisponde al vero. Sarebbe irriguardoso nei confronti delle migliaia e migliaia di cittadini che si impegnano quotidianamente nel rispettare le regole. Dire però che potrebbe essere più pulita è certamente corretto.
Purtroppo, alcune persone ritengono che sporcare sia un loro diritto e pulire sia invece un dovere di altri. Ebbene, riteniamo che a questo comportamento si debba porre rimedio.
Come? Prima informando, e quindi ricordando che esistono leggi che regolano l’abbandono dei rifiuti con sanzioni dai 600 euro in su. Rifiuti abbandonati, rifiuti depositati fuori dai cassonetti, portaceneri delle automobili svuotati per strada, e così via. Tutto, dal 1 dicembre, è oggetto di un attento e mirato controllo.
Prima di tale data, è stato mio compito – con l’aiuto dei media, dei social network e pure andando a fare visita a quelle realtà che mi sono state segnalate per comportamenti non conformi alle norme – raggiungere la maggior parte dei cittadini di Pinerolo affiché siano informati in merito a quella che simpaticamente abbiamo definito: operazione 3P, Pinerolo Più Pulita!
Colgo l’occasione per ricordare che, dal primo di gennaio, l’ecoisola di Pinerolo prolungherà l’orario di apertura per favorire il conferimento GRATUITO di ogni tipo di rifiuto. Inoltre, l’ACEA offre molti servizi dedicati alle diverse necessità degli utenti e pertanto, invito ad informarsi poiché sicuramente vi è una soluzione idonea ai problemi più comuni relativi allo smaltimento di rifiuti ingombranti e/o particolari.
Pinerolo è una bella città. Con la collaborazione di tutti, lo sarà ancora di più.
Antonio Spinelli
Assessore all’Ambiente della Città di Pinerolo
P.S. Invito a condividere il presente post, affinchè possa raggiungere il maggior numero di Cittadini. Grazie mille.

Pinerolo San Maurizio

One Comment

  • Salvatore 8 dicembre 2017 at 21:36

    Approvo. Ottimo lavoro. Specie nelle scuole bisogna incentivare la consapevolezza di un consumo ragionevole dei beni di consumo. Anche dell’uso dell’automobile. Abbiamo due gambe usiamole.
    A proiposito la pista ciclabile?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *