…in merito alle dichiarazioni di Luca Barbero

17 novembre 2014

Capiamo l’impellente necessità di mettere la spunta da parte del Partito Democratico su eventuali risultati ottenuti ed ancor di più su eventuali promesse mantenute fra le tante fatte in campagna elettorale.

Vorremo però sommessamente esplicitare che quanto detto all’Eco del Chisone dal Segretario del PD Luca Barbero è, utilizzando un linguaggio edulcorato, un sovradimensionamento della realtà.

Le sedicenti “importanti scelte strategiche” imposte dal PD alla giunta vantano quanto segue:

una riduzione aree edificabili che risultano essere pari a 1900 abitanti su 52.000 insediabili previsti dal Piano Regolatore (quindi appena il 3,7% in meno) frutto, quasi esclusivamente, di rinuncia da parte dei proprietari di un suolo edificabile in riva al torrente Lemina la cui urbanizzazione è subordinata alla realizzazione di imponenti sponde che rendono l’operazione antieconomica. In più c’è la cancellazione di un irrealizzabile Boulevard parigino (con relativi mq di asfalto) all’entrata della città presso Via Saluzzo.

Intendiamoci, quanto sopra non è male, ma si tratta di semplice riordino puntuale di alcune situazioni problematiche, spesso su richiesta dei soggetti attuatori che così hanno la possibilità di avviare alcuni cantieri. Siamo ben lontani quindi dalla, seppur promessa, realizzazione di un nuovo Piano Regolatore più aderente alla situazione attuale di Pinerolo ed ad un minimo di visione-programma di un futuro sia di breve che di medio-lungo termine.

Per quanto riguarda l’eliminazione dall’area Turck della parte commerciale invece c’è poco da commentare. Abbiamo letto la Variante Ponte che nulla dice al riguardo. Anche se persino forze della stessa maggioranza lo abbiano auspicato in Commissione Urbanistica.

Infine le piste ciclabili: non si è ancora capito, malgrado il tanto parlare di smart city, che l’utilizzo della bicicletta è una benedizione non soltanto per i momenti liberi e lo sport, ma soprattutto per andare a far la spesa, a scuola, in ufficio, all’ospedale! Pertanto collegare Riva a Pinerolo con pista ciclabile che si perde nelle campagne raddoppiando i km necessari per spostarsi vuol dire non aver capito nulla (con buona pace dell’ex Segretario PD Pinchiaroglio).

In Urbanistica, come in tutte gli altri settori di competenza di questa Amministrazione, si tira a campare gestendo il declino in maniera molto democratica.

Buona fortuna.

MoVimento 5 Stelle Pinerolo

No Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *