Resoconto Consiglio Comunale 27 e 28 novembre 2018: “Non gioco più, me ne vado”…

3 dicembre 2018

Il Consiglio Comunale del 27 e 28 novembre 2018 si è svolto in un clima fortemente polemico. Se per un tema in discussione era prevedibile l’innalzamento dei toni (le 3 mozioni sulla nuova linea Torino Lione impropriamente denominata TAV) il regolamento edilizio non sembrava nascondere ragioni di particolare attrito. La registrazione dell’intero Consiglio la trovate sul canale YouTube del Comune di Pinerolo.

Unitaria ed unanime invece la mozione (presentata dal M5S ma sottoscritta da tutti i gruppi consiliari) che chiede all’Amministrazione un impegno preciso per scongiurare il pericolo di spostamento del laboratorio analisi dell’Ospedale Civile di cui facciamo menzione in questo recente comunicato.

A corollario un accordo di programma sul progetto della nuova pista ciclabile Pinerolo – Valli Olimpiche e una mozione presentata dalla Consigliera Revel degni di nota.

Mozioni relative alla Nuova Linea Torino Lione (c.d. TAV) MoVimento 5 Stelle, PD , FI

La lettura che vi consigliamo delle 3 mozioni contrapposte già denota l’approccio che i gruppi consiliari (ed i loro partiti – movimenti di riferimento) hanno in merito al progetto in questione.

Se quelli a favore presentati dal PD e da Forza Italia sono improntati a sottolineare l’importanza della potenziale infrastruttura sulla base di concetti astratti ed ideologici (collegamento con l’Europa, progresso, tecnologia) quella contraria del MoVimento 5 Stelle invece parte da un esame tecnico approfondito e circostanziato per evidenziare una serie di evidenti problematiche.

Queste problematiche, di tipo economico ancor prima che ambientale, ci inducono a sostenere la sostanziale inutilità della nuova linea. In attesa che l’analisi costi benefici annunciata dal Governo ci dica qualcosa in più sulla sostenibilità economica, già da ora abbiamo presentato un elenco di infrastrutture molto più importanti per il benessere dei cittadini di Pinerolo e del loro futuro.

Anche nell’improbabile ipotesi che la nuova linea risultasse economicamente sostenibile le priorità dei cittadini sono altre. Ed essendo purtroppo le finanze pubbliche ridotte all’osso, è preciso compito degli amministratori stilare una lista di priorità.

E’ per questo che abbiamo chiesto al nostro Sindaco di sfilare alle prossime occasioni di protesta ufficiali con la fascia tricolore. In quel momento il Sindaco starà lottando per la sua Città, affinché le si concedano le infrastrutture di cui veramente ha bisogno (raddoppio linea ferroviaria Torino Pinerolo ad esempio) e le scarse risorse pubbliche non vengano sperperate in inutili doppioni.

Vi rimandiamo al testo della mozione stessa che racchiude per punti le premesse ed i ragionamenti che ci portano a chiedere altri tipi di investimento, anch’essi elencati.

La nostra mozione è una mozione positiva che sostiene il SI agli investimenti, SI alla tecnologia, SI al lavoro e SI al futuro, vi invitiamo a leggerla.

Vi invitiamo anche a sentire gli appassionati interventi del Sindaco e dell’Assessore alla Cultura (che dà una interessante prospettiva storica alla questione) rispettivamente ai minuti 2:04:00 e 2:25:35.

Approvazione del regolamento edilizio, qui il testo.

Vicenda sintomatica di come “vanno le cose in politica”, anche a livello locale, è quella relativa al regolamento in oggetto. La delibera di approvazione del nuovo Regolamento Edilizio (strumento “tecnico” necessario alla disciplina degli aspetti tecnico-estetici, igienico-sanitari, di sicurezza e vivibilità degli immobili e delle loro pertinenze) nasce dall’esigenza di recepire entro la scadenza di Novembre il Regolamento Edilizio Tipo predisposto dalla Regione Piemonte.

Nel lavoro di stesura del Regolamento si è approfittato per intervenire con l’introduzione di norme sulla mobilità sostenibile, sulla tutela del suolo e sul risparmio idrico. Analizziamo nel dettaglio le norme e gli articoli che riteniamo più incisivi in questo riassunto.

I lavori per la revisione del Regolamento sono iniziati il 20.06.2018 con la convocazione della specifica Commissione, si è proceduto all’illustrazione del contenuto di una prima bozza predisposta dagli Uffici, richiedendo a tutti i membri della Commissione di partecipare attivamente per la formulazione di contributi al testo, che sarebbero stati recepiti nella versione finale, oggetto di approvazione in Consiglio Comunale.

L’intenzione era quella di usufruire delle alte professionalità che almeno due membri della minoranza possono assicurare per la loro attività lavorativa ed esperienza. Quindi sia da parte dell’Assessora di riferimento che da parte del Presidente di Commissione Urbanistica l’intento era quello di valutare con favore eventuali osservazioni sul testo.

Purtroppo, malgrado i solleciti fatti in Commissione e per scritto, sia nella seduta di Giugno che nelle due successive non sono pervenuti contributi da parte dei Consiglieri di minoranza.

Dopo il silenzio durato 5 mesi e 3 Commissioni, si è arrivati al momento improrogabile dell’approvazione in Consiglio.

Allorché i consiglieri Barbero (PD) e Martina (FI) presentano ben 42 emendamenti: 30 il giorno precedente il Consiglio tramite mail e 12 il giorno stesso!!

Anche per chi non è pratico di lavori consiliari risulta evidente che la presentazione di molti emendamenti all’ultimo momento, in particolare ad un provvedimento complesso come questo, non consente una riflessione corretta, pacata ed esaustiva delle proposte.

Non si tratta di un comportamento non legittimo, intendiamoci.

Semplicemente, se l’intento è quello di redigere un buon regolamento per la comunità amministrata, è opportuno presentare critiche ed osservazioni nei luoghi preposti: le Commissioni di preparazione. E’ in quella sede che si possono sviscerare intenzioni ed esaminare nel dettaglio i potenziali risvolti. Le Commissioni sono fatte apposta e perdono completamente il loro significato se si fanno in assoluto e passivo silenzio.

Ciononostante l’Assessora ed il Consigliere Ala prendono in esame (nella pausa pranzo del proprio lavoro prima del Consiglio serale) tutti gli emendamenti per una valutazione di merito.

Ma il colpo di scena è avvenuto durante la discussione in aula: dopo l’approvazione di 14 emendamenti proposti (alcuni con subemendamenti) alla seconda bocciatura i Consiglieri Martina e Barbero, con toni accesi e polemici, ritirano TUTTE le mozioni presentate, anche quelle già approvate.

Se l’intento appariva fin da subito più vicino ad una azione di ostruzione che ad una di costruzione, questa incredibile decisione ha palesato il comportamento inqualificabile dei due Consiglieri: offesi da non si sa bene cosa, i due erano disposti a buttare via tutte le migliorie che pure la maggioranza riteneva tali, in barba alla bontà del regolamento e del conseguente benessere della collettività.

A questo punto la maggioranza, non spiazzata da questa improvvido ritiro, con lucidità ha fatto propri tutti gli emendamenti ritirati sottoscrivendoli ed andando avanti con la votazione.

Alla fine dei 42 presentati 10 sono stati ritirati per motivi tecnici perché con parere sfavorevole del Dirigente, 26 sono stati approvati e solo 6 sono stati respinti.

26 migliorie oggettive riconosciute dalla Maggioranza stessa che Barbero e Martina, incuranti della qualità del regolamento in approvazione, avrebbero buttato alle ortiche se non ci fosse stata la pronta risposta descritta.

Spiace dirlo, ma la loro non è stata una bella figura.

Approvazione accordo di programma per la nuova pista ciclabile “Pinerolo – Valli Olimpiche”

Con l’approvazione di questo accordo si dà il mandato di procedere all’Amministrazione e agli altri Enti interessati a realizzare il progetto che sostanzialmente collegherà la pista ciclabile da Piossasco a quella per la Val Chisone, attraversando tutta Pinerolo (la cui pista è realizzata con altro progetto). Non appena avremo il progetto tecnico vi informeremo. Lo riteniamo ovviamente un bel risultato.

Mozione presentata dalla Consigliera Revel relativa ai posteggi per disabili in prossimità della Scuola Media Lauro

Facciamo ancora menzione di questa mozione presentata dalla Lega che se da una parte sensibilizza l’Amministrazione sul problema citato del posteggio per disabili occupato da auto non aventi diritto, dall’altro la obbliga a garantire un agente di Polizia Municipale ad hoc in quel luogo preciso.

Trattasi della tipica iniziativa su tema sensibile proposta per essere bocciata: avendo un numero di agenti pari all’incirca al numero delle scuole presenti in Città (ed infinitamente minore dei posteggi per disabili esistenti ) appare del tutto evidente che non è corretto né opportuno riservare una risorsa fissa ad una scuola soltanto a discapito delle altre.

Abbiamo assicurato alla Consigliera un maggior impegno verso TUTTE le scuole ed i relativi parcheggi per disabili e chiesto il ritiro della mozione non accettabile per le questioni oggettive spiegate.

Richiesta rifiutata, mozione bocciata e Social Network inondati con questa nuova ed efferata cattiveria dell’Amministrazione 5 Stelle….

Non Gioco Piu

Movimento 5 Stelle Pinerolo

No Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *