Approvazione del consuntivo 2009

28 Maggio 2010

Resoconto rapido del consiglio sull’approvazione del consuntivo 2009:

Molti assenti (tra cui il gruppo dei moderati) da indurre la minoranza a
richiedere una sospensione di 10 minuti per decidere se rimanere oppure far saltare la seduta facendo mancare il numero legale di 16 consiglieri.

Dopo che l’assessore Vergnano ha snocciolato tutte le cifre (risulta un avanzo di 372.000 euro dalla amministrazione 2009 e un avanzo totale di 3.377.000) cominciano i commenti:

– Bolla parla di fallimento del governo della città, di un avanzo enorme che non è stato investito per far crescere la città. Parla delle indicazioni dei
revisori di fare un piano triennale di contenimento delle spese (ma comunque non c’è disavanzo, pensiamo noi). Chiede chiarimenti sulle passività potenziali derivanti da contenziosi in atto.

– Gaido dà giudizio più positivo ma parla di ridurre ulteriormente le consulenze investendo ancora di più sulla formazione del personale ( si è speso 60.000). Si è speso bene nei servizi a domanda individuale mentre sugli investimenti ha delle perplessità: le promesse compensazioni per i commercianti del centro storico dove sono? Intendeva i parcheggi interrati (e fortuna che non li hanno pensiamo noi).

– Revel si chiede come si fa a contenere le spese di fronte ad un progressivo contenimento dei trasferimetni ai comuni; parla di recupero potenziale e non effettuato di oltre 600.000 euro di evasione ici e tarsu dal 2005-9; chiede che i recuperi si facciano anno per anno anche per non caricare troppo di sanzioni e generare così contenziosi troppo abbondanti e onerosi; se non si riesce a starci dietro si assumano collaboratori.

Risponde Covato:

– c’è una aggravio di spesa di 150.000 dovuto alla crisi, 168 nuove famiglie da sostenere economicamente nell’anno in corso; nonostante ciò si è mantenuta la spesa corrente a livello 2007. C’è stata quindi implicitamente una riduzione di spesa, con in più una riduzione del 45% degli oneri di urbanizzazione.

– risposta sugli scarsi investimenti: scuola abbadia, frana s.martino,
incremento 33% delle spese per manutenzione verde e bitumazioni, tetto nido serena, cavallerizza caprilli, due inverni di emergenza neve, 700.000 euro per il tribunale, terminata messa in sicurezza del chisone.

– risposta sui contenziosi: espropri per la scuola di equitazione e blocco
parcelle al direttore lavori al sociale (causa intervenuto procedimento
giudiziario a suo carico)

Votazioni: delibera approvata con contrari quelli della minoranza.

La seduta viene chiusa per l’uscita dei consiglieri di minoranza

Alberto

No Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *