CENTO PIAZZE PER IL CLIMA

5 Novembre 2010

Il 6 e 7 Novembre in tutta Italia viene organizzata l’iniziativa “Cento piazze per il clima”, promossa da una miriade di associazioni ambientaliste e appoggiata da numerose forze politiche.

A Pinerolo l’appuntamento è in piazza Facta dalle 9.30 in avanti, seguirà spettacolo del gruppo teatrale “l’Interezza non è il mio forte”(ore 17:30, Teatro del Lavoro).

Durante l’iniziativa verranno raccolte le firme a sostegno di una legge di iniziativa popolare decisamente favorevole allo sviluppo delle energie rinnovabili e contraria al nucleare.

Brevemente i punti che riteniamo maggiormente significativi della suddetta legge:

  • obbligo di predisposizione di un piano energetico nazionale e regionale, che escluda il ricorso al nucleare e che ponga obbiettivi di approvvigionamento energetico da fonti rinnovabili sul lungo periodo
  • suddivisione delle fonti rinnovabili in sostenibili e non sostenibili, intendendo per forme di energia rinnovabile sostenibili quelle il “cui utilizzo non altera in modo significativo le dinamiche ambientali del territorio in cui vengono realizzate le strutture”. Esempio: una grande centrale idroelettrica, con annessa diga, funziona per mezzo di energia rinnovabile, ma è decisamente impattante sul territorio, quindi non sostenibile. Lo stesso vale per le grandi centrali a biomasse, le quali sovente richiedono approvvigionamento di legname da zone anche molto lontane dal luogo di ubicazione. Ne consegue una diversa incentivazione a favore delle forme ritenute sostenibili.
  • Riconoscimento di pubblica utilità della produzione di energia da fonti rinnovabili
  • Vengono posti obbiettivi ben precisi di efficienza energetica nel settore residenziale, terziario e nell’industria (miglioramento delle prestazioni energetiche degli edifici, adozione di micro cogenerazione, ecc…)
  • Sviluppo e adeguamento della obsoleta rete di distribuzione elettrica italiana, anche mediante la sperimentazione di reti intelligenti (le cosiddette “smart grid”) e l’utilizzo di “sistemi di utenza intelligenti” di cui da anni ormai si discute
  • Particolarmente interessante è la proposta di trasformazione di Terna s.p.a. (l’attuale società che gestisce le reti di alta ed altissima tensione in Italia) in agenzia pubblica, con possibilità di partecipazione da parte delle Regioni e delle aree metropolitane
  • Sviluppo del teleriscaldamento
  • Riduzione dei consumi energetici nei trasporti, passando anche attraverso la riprogettazione urbanistica mediante “riduzione della domanda di mobilità automobilistica attraverso una pianificazione integrata e moderna, improntata a ridurre le distanze che i cittadini devono percorrere per soddisfare le proprie esigenze
  • Uso delle energie rinnovabili ed efficienza energetica sugli edifici della Pubblica Amministrazione (già al momento maggiormente incentivati !!)

Nonostante il fatto che il MoVimento 5 Stelle, al contrario di altre forze politiche, non sia stato interpellato e coinvolto in via ufficiale dai proponenti nell’organizzazione dell’evento a Pinerolo, riteniamo comunque utile e meritevole di lode l’iniziativa proposta. Invitiamo pertanto tutti i “Cittadini con l’elmetto” Pinerolesi a recarsi in Piazza Facta Sabato 6 Novembre per sottoscrivere la proposta di legge.

…loro non molleranno mai…

Pinerolo5stelle

Scarica la proposta di legge popolare


No Comments

Comments are closed.