IL NUOVO REGOLAMENTO SUL BENESSERE ANIMALE APPRODA IN COMMISSIONE

12 Maggio 2014

La scorsa settimana sono state discusse in II commissione le modifiche al regolamento sul benessere animale proposte dal MoVimento5stelle. Il lavoro è stato notevole, sia da parte degli attivisti (e in questo senso il merito va attribuito in gran parte a Barbara Fera e agli attivisti della LAC) che da parte dell’ufficio Polizia Amministrativa (rigraziamo sentitamente il Dott.Binzoni che ha dedicato numerosi pomeriggi per modificare il regolamento in modo tale che potesse ottenere il parere favorrevole degli uffici).

Il testo del nuovo Regolamento proposto comprende, oltre alle restrizioni sull’installazione dei circhi che fanno uso di animali, alcune modifiche ad alcuni articoli con l’aggiunta di 5 titoli nuovi:

–          TITOLO VI: uccelli

–          TITOLO VII: animali acquatici

–          TITOLO VIII: animali esotici

–          TITOLO IX: Pet Therapy

–          TITOLO X: circhi

I Titoli VI, VII, VIII introducono norme specifiche per le citate categorie di animali, ricalcando gli aspetti già trattati nei titoli precedenti che riguardano invece cani e gatti. Il Titolo IX approfondisce invece alcuni aspetti legati alla possibilità di effettuare Pet Therapy in alcune strutture, quali case di riposo e strutture ospedaliere, con alcune restrizioni e regole generali di buon senso.

Il Titolo X invece, come accennato in precedenza, introduce pesanti restrizioni riguardanti l’attendamento dei circhi che utilizzano animali esotici durante i loro spettacoli. Questa pratica è da tempo contestata da comuni cittadini e Associazioni ambientaliste e animaliste in quanto troppo sovente comporta situazioni di maltrattamento di specie animali non adatte a condurre una vita in climi rigidi come il nostro e addestrate a compiere operazioni contro natura.

La legislazione nazionale ad oggi non consente di vietare l’attendamento dei circhi che utilizzano animali. Una delibera (o Ordinanza) che imponga ciò sarebbe dunque facilmente impugnabile dai circhi che intendono installarsi sul territorio comunale, con scarse possibilità da parte dell’Amministrazione di potersi difendere in maniera efficace. E’ tuttavia possibile porre limitazioni alle modalità di detenzione degli animali sul territorio comunale, inserendo regole restrittive riguardanti in particolar modo gli spazi a disposizione delle diverse specie e introducendo standard di sicurezza difficilmente accettabili dagli operatori del settore.

Sinteticamente le restrizioni all’attendamento dei circhi possono essere così riassunte:

–          viene vietato in toto l’utilizzo di: primati, delfini, lupi, orsi, grandi felini, foche, elefanti, ippopotami, rinoceronti, giraffe, rapaci. Per gli altri animali devono essere rispettate le norme della Commissione scientifica CITES, efficacemente riportate nel Regolamento al Titolo X, art. 45, comma3. Sono stati citati questi animali poiché sono quelli o minacciati di estinzione in natura o sono quelli che risultano essere meno compatibili i continui ed estenuanti spostamenti e con la vita circense

–          viene concessa la priorità assoluta di attendaggio ai circhi che NON utilizzano animali nei loro spettacoli

–          regolamentazione degli spazi a disposizione per ogni esemplare detenuto in riferimento alle specifiche necessità etologiche.

Il dibattito sull’opportunità di o meno di introdurre limmitazioni all’attendaggio dei circhi ha subito suscitato dubbi da parte di alcuni esponenti della maggioranza, che teme che il regolamento possa essere impugnato innanzi al TAR, mentre ha incassato l’appoggio della Cons.ra Bessone di Pinerolo Attiva.

Il testo del nuovo regolamento proposto lo trovate al link sottostante.

REG_BENESSERE_ANIMALE_modifiche

Stay tuned

 

No Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *