Resoconto del Consiglio comunale del 5 e 6 febbraio 2012.

12 Febbraio 2013

Il Consiglio comunale si apre con le consuete comunicazioni dei consiglieri. Particolarmente interessante la comunicazione esposta dal Cons. Magnano, il quale fa notare che la palestra dell’ospedale, abitualmente utilizzata dagli utenti per effettuare riabilitazione, non è dotata di spogliatoi, con tutti i disagi che ne derivano. Magnano comunica inoltre che è previsto un importante intervento per il rifacimento dell’ingresso dell’ospedale, e si chiede come sia possibile investire un bel po’ di quattrini nel rifacimento di una parte di ospedale per una mera questione di immagine quando i problemi da risolvere sono ben altri. Non possiamo far altro che associarci al suo disappunto.

Il Consiglio prosegue con la prima seduta del Consiglio dei ragazzi, iniziativa senz’altro pregevole portata avanti dall’Ass. Pivaro e dal Cons. Abate. I ragazzi di alcune scuole medie del pinerolese hanno infatti svolto vere e proprie votazioni ed eletto alcuni rappresentanti. I rappresentanti a loro volta hanno proposto diversi progetti, alcuni dobbiamo dire veramente carini. I progetti proposti spaziano dalla rivalutazione di alcune aree verdi (prima fra tutti il parco della Pace), e di alcune aree gioco. Attenzione è stata data anche agli amici a quattro zampe. Il progetto più bello e più votato verrà infine proposto al Consiglio, per la sua realizzazione effettiva. Abbiamo apprezzato molto l’iniziativa e la bravura di alcuni ragazzi in grado, dobbiamo proprio dirlo, di fare interventi in Consiglio di “spessore politico” addirittura maggiore rispetto a quelli di molti “consiglieri veri”. Un solo dubbio ci pervade: dovesse vincere il progetto di riqualificazione del parco della Pace, l’Amministrazione ha la copertura finanziaria per realizzarlo? Ad ogni ragazzo infine è stata regalata una copia della Costituzione e la spilla del Comune di Pinerolo.

Terminata la seduta del Consiglio dei ragazzi i lavori sono ripresi con la discussione della delibera proposta da Progetto per Pinerolo di attuazione sul territorio comunale delle disposizioni della legge 106/2011. Tante parole sono state spese sull’argomento, ed è nota a tutti la nostra posizione in proposito, più volte ribadita su questo blog. Non stiamo ora a ripercorrere i concetti già espressi in diverse occasioni. L’amministrazione decide volutamente di non decidere, e la delibera naturalmente viene bocciata. L’Amministrazione non se la sente, evidentemente, di mettere delle regole ad uno strumento che, se usato in modo improprio, potrebbe aprire la strada ad una serie di trasformazioni urbanistiche in barba ai normali strumenti di pianificazione territoriali vigenti. Ricordiamo solo che lo strumento del permesso di costruire in deroga è stato scelto da PMT per valorizzare l’ex sito produttivo di via Martiri. Tale procedura, se concessa, non permetterà alcun dibattito sulla questione, oltre ad andare ad incrementare ulteriormente la capacità insediabile del nostro già sovradimensionato piano regolatore. Il dibattito sulle trasformazioni urbanistiche, sulle relative valorizzazioni e sull’applicazione di questo strumento legislativo sicuramente non finisce qui. La discussione su questa delibera praticamente monopolizza la discussione in entrambe le serate, e tutto il resto passa un po’ in secondo piano.

Passano invece praticamente senza discussione le modifiche al Regolamento del Consiglio Comunale, che introducono l’obbligo delle riprese del consiglio e la loro pubblicazione sul web. E’ il primo vero risultato raggiunto dal MoVimento promesso in programma. Abbiamo fatto la proposta già più di un anno fa, e dopo un anno finalmente ce l’abbiamo fatta!

Si passa dunque all’interrogazione del Cons. Canal sulle linee guida della nuova “variante ponte” che il SindacoAssessoreall’urbanistica vuole proporre. Non stiamo a descrivere la risposta perché, francamente, non ci abbiamo capito nulla, anche perché c’è poco da capire nel nulla della programmazione di questa amministrazione. Un po’ della vecchia “variante di qualità”, un po’ di idee confuse, molto NULLA.

Infine segnaliamo una gaffe clamorosa del Cons. Raju Mensa, che prima ritira le mozioni da lui proposte su nuova cementificazione e riapertura al traffico della ZTL, poi si accorge che non si potevano ritirare perché mancava la firma dell’altro Cons. capogruppo Berti. Viene invitato dal vice Presidente Bruera ad illustrare la mozione, ma anziché parlare si alza e non si capisce dove va. Ricordiamo che il medesimo Consigliere è solito a scene di questo tipo: non vota il bilancio della sua maggioranza, presenta mozioni senza prima averle discusse con il suo Sindaco, vuole riaprire alle macchine in centro storico ma poi cambia idea e ritira la mozione, anzi no perché si accorge che non può, quindi viene invitato a discuterla, ma si alza e va via. Decisamente buffo, decisamente confuso. Dalla prossima seduta avremo i video disponibili… Non vediamo l’ora!!

Dopo il parapiglia e la confusione di questo ridicolo momento, nessuno ha più voglia di discutere del centro storico che, sebbene qualcuno abbia votato Mensa, resta un problema serio. Il Consiglio si chiude così. A marzo verrà discussa la nostra mozione sulla ZTL e sul rilancio del centro storico.

Stay tuned

No Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *