SALVAICICLISTI

12 Novembre 2012

L’iniziativa ed il materiale pubblicato è a cura del gruppo pinerolese di SALVAICICLISTI, per mettersi in contatto con loro scrivere a salvaiciclisti.pinerolese@gmail.com o visitare la pagina Facebook SALVACICLISTI.PINEROLESE

Mobilità: Pinerolo ha i problemi della grande città

Inquinamento: PM10 – valore limite di 24 ore per la protezione della salute umana:
50 μg/mc come media giornaliera da non superare per più di 35 volte per anno

MA nel 2011 tale valore è stato superato 73 volte e nei primi 3 mesi del 2012 è stato superato 38 volte (Fonte: Comune di
Pinerolo). Nelle città il 29% delle PM10 viene prodotto dal traffico veicolare: gas di scarico, usura dei pneumatici e dei freni (Fonte: Centro Studi sui Sistemi di Trasporto, riportato su Quattroruote, feb. 2007).

Traffico: i tempi di percorrenza per chi va in auto e per chi va in bici non sono significativamente diversi. Per dimostrarlo
sono stati monitorati i tempi di percorrenza su alcune tratte cittadine

Tratta p.za Barbieri – Cottolengo

 

Movimento #salvaiciclisti

Il Movimento nasce a Londra a fine 2011 in seguito all’emozione provocata dal grave investimento di una giornalista del Times che si recava al lavoro in bici. In Italia il movimento nasce a febbraio 2012 con un documento ispirato al Manifesto in 8 punti pubblicato dal
Times.

Il Manifesto del Times

1) Gli autoarticolati che entrano in un centro urbano devono, per legge, essere dotati di sensori, allarmi sonori che segnalino la svolta, specchi supplementari e barre di sicurezza che evitino ai ciclisti di finire sotto le ruote
2) I 500 incroci più pericolosi del paese devono essere individuati, ripensati e dotati di semafori preferenziali per i ciclisti e di specchi che permettano ai camionisti di vedere eventuali ciclisti presenti sul lato’
3) ‘Dovrà essere condotta un’indagine nazionale per determinare quante persone vanno in bicicletta nella nazione e quanti ciclisti vengono uccisi o feriti
4) Il 2% del budget dell’Anas dovrà essere destinato alla creazione di piste ciclabili di nuova generazione
5) La formazione di ciclisti e autisti deve essere migliorata e la sicurezza dei ciclisti deve diventare una parte fondamentale dei test di guida
6) 30 km/h deve essere il limite di velocità massima nelle aree residenziali sprovviste di piste ciclabili
7) I privati devono essere invitati a sponsorizzare la creazione di piste ciclabili e superstrade ciclabili prendendo ad esempio lo schema di noleggio bici londinese sponsorizzato
8) Ogni città deve nominare un commissario alla ciclabilità per promuovere le riforme.

Obiettivi di #SIC

Creare cultura e sensibilità a favore della mobilità sostenibile, per inserire i segmenti di piste ciclabili esistenti in un sistema di trasporti integrato

Proposte di #SIC.Pinerolese

Proporre interventi per favorire la mobilità dolce in sicurezza

A medio termine…
Zone 30: in tutte le aree residenziali chiediamo il limite dei 30 all’ora, lasciando fuori però le strade ad alto scorrimento. Ma non semplicemente una città con il limite dei 30, bensì una vera Zona 30, con interventi di moderazione del traffico anche poco costosi: il restringimento delle carreggiate, il riposizionamento dei parcheggi, piccole chicane…

A lungo termine…
Realizzazione di collegamenti ciclabili fra il centro di Pinerolo ed i comuni limitrofi.

 

Campagna «Caro Sindaco»

Come già avvenuto in tante Città italiane, oggi Le consegniamo il Manifesto in 10 punti per un’attenta lettura.
Le chiediamo un appuntamento pubblico entro metà novembre in cui ufficialmente sottoscrivere il Manifesto, come già fatto da molti Sindaci.

Insieme al Manifesto le consegniamo quasi 800 firme di persone residenti a Pinerolo e dintorni che lo sostengono.
In caso di adesione, ci proponiamo, insieme ad altre associazioni e realtà pinerolesi, a collaborare al tavolo tecnico permanente che Lei vorrà attivare.

 

 ALLEGATI

Presentazione del 16 Ottobre 2012 al Sindaco Buttiero

Manifesto Pinerolo

INIZIATIVA A CURA DI #SALVAICICLISTI PINEROLESE

Email: salvaiciclisti.pinerolese@gmail.com
FB: salvaiciclisti.pinerolese

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

No Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *