SANGUE E MERDA

13 Ottobre 2011

Resoconto della riunione della V commissione bilancio del 13 ottobre 2011

 … di Luca Salvai

Oggi, mercoledì 13 ottobre 2011, si è svolta in comune un’interessante riunione della V commissione (bilancio). Data l’importanza dei temi trattati mi è sembrato sensato fare un piccolo riassunto di ciò che si è detto.

La riunione, a detta dell’Assessore Zanoni, dovrebbe essere la prima di una serie di incontri volti a condividere la stesura del bilancio di previsione 2012 anche con le opposizioni. L’iniziativa mi sembra lodevole, anche in considerazione del fatto che adesso (inizio ottobre) si ha ancora il tempo per poter lavorare su un tema di estrema importanza. All’ordine del giorno infatti non erano iscritti particolari argomenti: la riunione è stata interamente dedicata alla discussione dei presupposti su cui l’Amministrazione si dovrà basare per la stesura del bilancio di previsione 2012.

La relazione dell’Assessore è lunga ed articolata e ricca di elementi di incertezza in quanto al momento non ci sono disposizioni normative chiare che permettono di fare ragionamenti fondati. Iniziamo dal secondo punto del titolo del post: la merda.

Nel 2012, oltre al buco di bilancio pari a 1 milione e 700 mila €, colmato dall’ultima variazione di bilancio votata nel consiglio comunale del 13 e 15 settembre 2011 (nel quale si è deliberato sull’aumento dell’accisa sull’energia), rispetto all’anno in corso nel 2012 verranno a mancare ulteriori 1400000 € dovuti a tagli vari e mancati trasferimenti statali.

Purtroppo gli strumenti a disposizione dei Comuni per far fronte ai problemi di cassa non sono molti:

1)      AUMENTO ALIQUOTA IRPEF: al momento il Comune di Pinerolo è fermo dal 2008 su un’aliquota pari allo 0.5 %, per un controvalore monetario di 400000 € per ogni decimo di punto percentuale. La legge permette di arrivare fino allo 0.8% e consente una modulazione della stessa (ovvero si può rendere progressiva, oppure escludere dall’aumento determinate fasce di reddito)

2)      AUMENTO DELLE TARIFFE DEI SERVIZI A DOMANDA INDIVIDUALE: ovverro buoni mensa, rette degli asili nido, ecc… Non ci siamo mai arrivati fino ad adesso, e speriamo di non arrivarci mai

3)      IMPOSTE DI SCOPO: un’entrata definita “farlocca” dall’Assessore, in quanto strettamente legata ad un progetto specifico

4)      AUMENTO DELLA TARSU fino a coprire il 100% dei costi di smaltimento dei rifiuti (attualmente infatti siamo a circa l’80 % della copertura dei costi totali relativi allo smaltimento dei rifiuti solidi urbani

5) ALIENAZIONI VARIE: vendere i gioielli di famiglia

6)      RECUPERO DELL’EVASIONE: è questo l’unico elemento su cui il Governo sembra puntare, ed aggiungo io l’unico elemento che non fa sputare sangue a tutti cittadini.

Su questo punto si è discusso parecchio. L’Amministrazione sta cercando di dotarsi di alcuni strumenti che potrebbero rivelarsi estremamente utili negli anni a venire, ma che difficilmente porteranno i loro frutti già nel 2012. La legislazione attuale introduce un concetto di premialità per i Comuni che riescono a recuperare qualcosa dall’evasione fiscale: il 50% del recuperato resta nelle casse del Comune. Tale percentuale è portata al 100% se i Comuni si dotano di strumenti finalizzati al recupero dell’evasione. Uno di questi è il  Consiglio tributario, organo che non si capisce bene che funzioni abbia precisamente. Inoltre non si sa se deve essere un organo politico o tecnico. I Comuni che hanno intrapreso questa strada hanno creato strutture più o meno complesse, formate da organismi politici o tecnici, retribuiti o meno… Insomma c’è grande confusione. Il sottoscritto, insieme al Consigliere Gaido, ha insistito sul fatto che questa è la strada maestra da percorrere. Ho inoltre richiesto tutti i riferimenti normativi che regolano questi organi, in modo da riuscire a capirci qualche cosa di più nel più breve tempo possibile.

Dunque dalla merda si riuscirà ad uscire probabilmente sputando sangue, almeno per quanto riguarda il 2012.

Vengono inoltre forniti alcuni dati interessanti: la situazione del debito ammonta ad oggi a circa 20 milioni di euro (ampiamente al di sotto della capacità di indebitamento del Comune), mentre gli introiti dovuti all’ICI ammontano a circa 5 milioni di euro (esclusi naturalmente quelli sulla prima casa, che ammontavano a circa 2670000 € nel 2008).

Al di là della situazione che ritengo tragica, una nota positiva è data dal fatto che l’Amministrazione sembra propensa ad una collaborazione con le opposizioni: quindi adesso è il momento di mettersi a lavorare e fare proposte. Le polemiche al momento dell’approvazione (entro il 31 dicembre 2012) serviranno a poco.

Una nota dolente è invece data dalle numerosissime assenze. I presenti infatti erano appena 6: il Presidente Barbero, il sottoscritto,Gaido, Clement (che passa gran parte del tempo fuori), Masciotta e Puca. Peccato…

Sull’inizio della riunione leggero battibecco tra il sottoscritto e il Consigliere Masciotta. Il Consigliere del gruppo misto (?) di maggioranza entra e saluta tutti, e fa una battuta sui militari (lui è militare), dicendo che i gradi sono stati aboliti (?). Io lo provoco chiedendo perché non avevano abolito i militari tutti. E lui naturalmente se la prende un po’ spiegando ed argomentando sull’utilità dell’esercito, sull’utopia di un mondo senza guerre, etc… Non rispondo, la mia battuta era fuori luogo, sorrido e lascio perdere. Ma ora domando, Consigliere Masciotta, quanto è costata l’esercitazione a Pian dell’Alpe della scorsa settimana, fortemente osteggiata dal Sindaco di Usseaux Rostagno (vai Elvio!!!)? E quanto è costata allo Stato l’esercitazione militare “a fuoco con le Blindo Centauro” del Nizza Cavalleria svoltasi al poligono di Candelo Massazza (Biella) il 6 di ottobre, tanto decantata sulle pagine dell’Eco del Chisone di ieri? Quanto costa la missione in Afghanistan al giorno? E quella in Iraq? E la guerra in Libia? E noi passiamo le serate a discutere di tagli ai servizi e aumento dell’aliquota IRPEF…

 

Stay tuned

 

PS: allego al presente post un interessante prospettino dell’andamento dei trasferimenti statali dal 2004 al 2011 in favore del Comune di Pinerolo, e le relative proiezioni fino al 2014 a normativa attuale. A voi i commenti…

Trasferimenti statali

No Comments

Comments are closed.