Approvazione del consuntivo 2009
News / 28 maggio 2010

Resoconto rapido del consiglio sull’approvazione del consuntivo 2009: Molti assenti (tra cui il gruppo dei moderati) da indurre la minoranza a richiedere una sospensione di 10 minuti per decidere se rimanere oppure far saltare la seduta facendo mancare il numero legale di 16 consiglieri. Dopo che l’assessore Vergnano ha snocciolato tutte le cifre (risulta un avanzo di 372.000 euro dalla amministrazione 2009 e un avanzo totale di 3.377.000) cominciano i commenti: – Bolla parla di fallimento del governo della città, di un avanzo enorme che non è stato investito per far crescere la città. Parla delle indicazioni dei revisori di fare un piano triennale di contenimento delle spese (ma comunque non c’è disavanzo, pensiamo noi). Chiede chiarimenti sulle passività potenziali derivanti da contenziosi in atto. – Gaido dà giudizio più positivo ma parla di ridurre ulteriormente le consulenze investendo ancora di più sulla formazione del personale ( si è speso 60.000). Si è speso bene nei servizi a domanda individuale mentre sugli investimenti ha delle perplessità: le promesse compensazioni per i commercianti del centro storico dove sono? Intendeva i parcheggi interrati (e fortuna che non li hanno pensiamo noi). – Revel si chiede come si fa a contenere le spese…

La storia dell'acqua in bottiglia
News / 27 maggio 2010

La storia dell’acqua in bottiglia, utilizza lo stile di Story of Stuff per raccontare la storia di come la domanda costruita induca gli americani (e non solo!) ad acquistare più di mezzo miliardo di bottiglie di acqua ogni settimana, quando fluisce già dal rubinetto. In poco più di cinque minuti, il film esplora ed attacca l’industria dell’acqua in bottiglia a favore dell’acqua di rubinetto e l’uso della pubblicità seducente, a tema ambientale per coprire le montagne di rifiuti di plastica che produce. Il film si conclude con un invito a ‘riprendere il rubinetto’, non solo facendo un impegno personale per evitare l’acqua in bottiglia, ma per sostenere gli investimenti in acqua del rubinetto pulita e disponibile per tutti. Sottotiolato in italiano da Andrea Verlicchi.

Referendum acqua pubblica
News / 27 maggio 2010

A Pinerolo sabato 29 e tutti i sabati fino a fine campagna si terrano 2 banchetti: 1) Pinerolo piazza Vittorio Veneto di fronte al Municipio dalle ore 9,00 alle 13,00 2) Pinerolo sotto i portici di Corso Torino davanti piazza Cavour ore 9,00 alle 13,00 Di seguito breve guida ai questiti referendari. PRIMO QUESITO: fermare la privatizzazione dell’acqua Si propone l’abrogazione dell’art. 23 bis (dodici commi) della Legge n. 133/2008 , relativo alla privatizzazione dei servizi pubblici di rilevanza economica. È l’ultima normativa approvata dal Governo Berlusconi. Stabilisce come modalità ordinarie di gestione del servizio idrico l’affidamento a soggetti privati attraverso gara o l’affidamento a società a capitale misto pubblico-privato, all’interno delle quali il privato sia stato scelto attraverso gara e detenga almeno il 40%. Con questa norma, si vogliono mettere definitivamente sul mercato le gestioni dei 64 ATO (su 92) che o non hanno ancora proceduto ad affidamento, o hanno affidato la gestione del servizio idrico a società a totale capitale pubblico. Queste ultime infatti cesseranno improrogabilmente entro il dicembre 2011, o potranno continuare alla sola condizione di trasformarsi in società miste, con capitale privato al 40%. La norma inoltre disciplina le società miste collocate in Borsa, le quali, per poter…

PRIMA PROPOSTA: RIDUZIONE DEGLI STIPENDI
News / 27 maggio 2010

I nostri due dipendenti “a 5 stelle” in Regione hanno presentato la loro prima proposta di legge in Commissione Bilancio con l’obiettivo di modificare i parametri per la determinazione delle indennità dei Consiglieri regionali, i rimborsi spese, l’indennità di fine mandato e il vitalizio ora vigenti. La proposta, che potete leggere integralmente qui sotto, è riassumibile in sette punti: 1) L’indennità di carica verrà determinata nella misura del 55% dell’indennità di carica parlamentare mensile lorda come già previsto dalla Legge Regionale originaria n.10/1972 invece che dell’85% (come previsto ora a seguito degli aumenti approvati negli anni).  L’indennità per i Consiglieri passerà quindi da €. 9.948 (lordi per 12 mensilità) a €. 6.437. 2) Verrà soppresso il gettone di presenza di circa 122 € che ora viene attribuito una sola volta per ogni giorno di presenza effettiva alle riunioni istituzionali, e per presenze a riunioni cui i Consiglieri partecipino in veste istituzionale, dichiarate. 3) Il rimborso chilometrico verrà calcolato sul costo medio d’esercizio riferito a un’autovettura a benzina/gas liquido di segmento di tipo “C” (invece che a benzina di segmento di tipo “D”) producendo pertanto un risparmio di circa il 20%. 4) L’indennità di fine mandato verrà ridotta a una (anziché due) volta…

Giù le mani da Camigliano (CE)
News / 27 maggio 2010

Il prefetto di Caserta Ezio Monaco ha diffidato il sindaco di Camigliano Vincenzo Cenname a trasmettere nel giro di pochi giorni, alla società provinciale che gestisce la raccolta dei rifiuti, gli archivi della Tarsu e della Tia. Se questo non avverrà, sarà nominato un commissario e al contempo avviata la procedura di scioglimento del consiglio comunale. Un’eventualità che tuttavia non fa cambiare idea al sindaco che, puntando sulla concreta attuazione di politiche sostenibili, ha ottenuto l’inserimento dell’ente che amministra nell’elenco nazionale dei comuni virtuosi grazie soprattutto alla realizzazione di progetti innovativi e mirati al risparmio dell’energia e delle risorse finanziarie. Il Comune di Camigliano ha sempre gestito la raccolta differenziata in maniera diretta, con mezzi e personale propri. “Una scelta – sottolinea il sindaco – che ha garantito il raggiungimento di notevoli percentuali di rifiuti differenziati nel nostro paese. Un risultato eccellente, nonostante le mille difficoltà legate all’esigenza di dover trasportare fuori regione, e quindi con investimenti notevoli, la frazione umida dei rifiuti”. E i costi di gestione? “E’ da ormai quattro anni – informa Cenname – che la tarsu non subisce aumenti e per di più tutte le spettanze sono state liquidate senza che siano stati accumulati debiti”. Nel…